Come dormire una notte intera dopo i figli?!

Avete presente quando finalmente, dopo tanto tempo, riuscite a passare una notte intera a dormire come ci si sente? Quella sensazione di riposo che vi fa iniziare la giornata piena di energia?  Ricordate cosa vuol dire riuscire a fare qualsiasi movimento nel letto senza aver la paura di disturbare il bambino che dorme nella stanza o nel letto con voi?

Bene… Io no! E se voi avete provato almeno una di queste sensazioni sappiate che vi invidio moltissimo!

Esattamente quando si inizia a provare tutto ciò? Perché io con due figli devo ancora capirlo.

Gaia 6 anni, non vuole dormire da sola, piuttosto sta sveglia tutta la notte, ma in camera sua da sola nemmeno sotto tortura. Per non parlare di quando appena nata aveva invertito il giorno con la notte ( problema comune tra i neonati), ho chiamato tutte le ostetriche possibili per capire come sopravvivere.

Mattia, 8 mesi,  appena nato si svegliava OGNI 10 MINUTI!!!!! Adesso posso ritenermi più che soddisfatta, si sveglia solo 4/5 volte durante la notte. Immaginate le miei occhiaie!!

Ma sorpresa… In questo periodo nemmeno questa grazia ho, Babbo Natale non ha capito una mazza perché, non solo nel periodo Natalizio ho avuto tutti in casa ammalati, come avete avuto modo di leggere in questo post , ma ancora oggi siamo in fase di recupero con Mattia. Se in queste feste ho dormito circa 2/3 ore a notte adesso non lo so più, continuo ad avere risvegli costanti perché, grazie al broncodilatatore che utilizzo nell’aerosol, passiamo le notti sul tappetino a giocare. (I broncodilatatori creano agitazione)

Problema temporaneo (mi auguro) a parte, devo comunque ancora capire come farli dormire una notte intera, e vi assicuro che in tutti questi anni mi sono informata, e non poco, a riguardo.

Ecco alcuni consigli che ho letto/ricevuto:

  • Farlo addormentare da solo nel proprio letto
  • Dargli un oggetto per la nanna
  • Seguire una routine serale
  • Non agitarlo prima di metterlo a letto

Per cena:

  • Frutta cotta
  • Alimenti ricchi di vitamina B3 (es. pollo, pesce, fiocchi d’avena ecc..)
  • Verdure verdi
  • Dare la camomilla

Ecco, vorrei dire a tutte queste care mamme che pensano che tutto ciò funzioni, in realtà hanno avuto solo tanta fortuna!

Io le ho provate TUTTE.

  1.  Farlo addormentare sa solo: Con Gaia mai fatto, si addormentava in braccio e poi la mettevamo nel lettino, cosi fino a due anni dove, a causa di un problema di salute, è passata nel lettone e da allora non ne siamo più usciti. Abbiamo creato la sua cameretta con tutto ciò che le piaceva di più, l’orsetto guardiano ecc… ma nulla da fare. Mattia invece ha saltato anche i due anni iniziali, lui da subito ha deciso che se lo mettevi nel lettino piangeva e si tranquillizza solo accanto alla sua tetta adorata (in realtà era comodo anche per me visto i suoi risvegli continui e il mio cesareo).
  2. Dargli un oggetto per dormire?????? Niente! ho gli unici due bambini al mondo che non vogliono un peluche, un giochino, un pezzo di vestito. NULLA! Nemmeno la maglia che ho tenuto addosso 4 giorni per trasmettere il mio odore.
  3. Seguire una routine con Gaia ha funzionato almeno per farle capire la differenza tra notte e giorno, Mattia invece continua a dormire quando gli pare a lui.
  4. Agitarlo nelle ore serali???? Secondo voi, dopo una giornata, dopo aver dormito 3 ore a dir tanto potrei mai agitarlo??? Al massimo sono mezza stecchita sul divano!

Alimenti:

  1. Frutta cotta non ancora sperimentata, proverò ma dubito nel miracolo.
  2. Alimenti con vitamina B3 nessun risultato, ieri sera ha mangiato il pollo e alle 23:30 eravamo in sala a guardare il soffitto fino all’ 1:30.
  3. Verdura verde?! Grazie! Questo è stato il consiglio migliore. Invece che stimolare il sonno ha stimolato il suo intestino, infatti si è svegliato in piena notte per fare pupù. (Leggermente lassativo)
  4. Camomilla?? Dico solo una cosa… Acqua!

Dopo aver provato tutto ciò sto iniziando a realizzare che, probabilmente, quando si decide di diventare mamma si dice addio per sempre al dormire, a meno che non decida di andare in albergo DA SOLA per una notte.

Comunque se avete consigli scriveteli pure , li accetto più che volentieri. Non ditemi, però, di lasciarli piangere perché, oltre a iniziare a piangere anche io con loro, si sveglierebbero a vicenda.

Se ci sono altre mamme nelle mie stesse condizioni-immagino di si- posso dirvi che si sopravvive comunque -credo-. Nel mio caso sono passati 6 anni. Attendo con pazienza nel miracolo.

2 Responses

  1. Ho letto adesso di questo post…e non posso far altro che capirti perfettamente!!
    In realtà (attualmente) mia figlia ha 14 mesi e dorme una notte sì e una si sveglia al massimo una/due volte per cui a sto punto mi devo ritenere fortunata….
    Volevo chiederti se hai provato a farli prima addormentare con te sul lettone e solo successivamente farti aiutare per esempio dal tuo compagno spostandoli nel loro lettino. Può essere che nel “rimbambimento” notturno non sentano?? Mmm…e che una volta spostati si sentano comodi da soli e non si sveglino. Oppure io ho scoperto che coprivo troppo Emma mia figlia e a causa del caldo si svegliava.
    Un altra idea che ti propongo è la musica, prima di addormentarsi e magari provando.a tenerla bassissima per tutta notte per tentare di rilassarli.

    Ti faccio tantissimi auguri e spero che prima o poi avrai il.tuo agognato dormire!!

    1. Purtroppo sì sveglia anche se non dormo nel letto accanto a lui, il problema è che si sveglia per attaccarsi al seno anche se non ciuccia. Per cui è indifferente che io sia accanto a lui o meno, se c’e La musica o meno, se ha mangiato tanto ecc… in qualsiasi caso… è tetta dipendente!! Mentre per la grandona ha solo tanta paura del buio per cui vuole sempre qualcuno accanto.
      Grazie comunque per i consigli, magari potranno essere utili a un’altra mamma che si imbatte in questo post ed è disperata tanto quanto me!😅

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *